Quanto costa un impianto di riscaldamento a gas

Per sapere quanto costa e consuma un impianto di riscaldamento a gas devi misurare il gas che hai consumato in un arco di tempo prestabilito. Puoi farlo tu stesso leggendo sul contatore i mq consumati, escludendo quelli che ritieni di poter attribuire ai fornelli della cucina. In questo modo saprai esattamente quanto ti costa riscaldare la tua casa. Impianti di riscaldamento a confronto: le tipologie  Mettiamo a confronto le varie tipologie di impianti di riscaldamento per aiutarti a scoprire quello più adatto alle tue esigenze. Tra sistemi tradizionali e innovativi, puoi scegliere diverse soluzioni per riscaldare la tua casa: dalla tradizionale caldaia a gas o elettrica alla pompa di calore, dall’impianto a pavimento, a soffitto, nel battiscopa ai moderni impianti a zeolite e solare termico.  Impianto di riscaldamento a pavimento  L’ impianto di riscaldamento a pavimento si basa su un sistema radiante a pannelli. Un circuito di serpentine irradia il calore all’interno dell’abitazione. Oltre a diffondere il tepore in modo uniforme, questo impianto ha il pregio di giovare all’estetica dell’ambiente grazie alla totale invisibilità degli apparecchi radianti, rendendo l’ambiente ancora più spazioso.

Prima di iniziare l’installazione di un riscaldamento a pavimento, ricorda sempre di far verificare ad un tecnico esperto il tipo di rivestimento che intendi posare a terra. Impianto di riscaldamento a elettrico L’ impianto di riscaldamento elettrico non rappresenta una novità nelle nostre case, ma oggi è possibile migliorarne la qualità con lo sfruttamento delle energie rinnovabili, come ad esempio il fotovoltaico. In questo modo puoi risparmiare grazie all’energia autoprodotta: più ne produci, più i costi si riducono. È anche possibile installare termoconvettori o pompe di calore. Così la moderna tecnologia può trasformare il tradizionale impianto di riscaldamento elettrico in un impianto vantaggioso per le tue finanze e per il benessere del pianeta. Impianto di riscaldamento con caldaia L’impianto di riscaldamento con caldaia a gas metano, gpl o gasolio, abbinata ai comuni termosifoni è sicuramente il più diffuso nelle nostre case.

Tuttavia esistono anche altre tipologie di riscaldamento con caldaia, come quello elettrico e quello a biomassa, che utilizza un carburante naturale come il legno o il pellet. Oggi, con l’introduzione dei contabilizzatori di calore e delle valvole termostatiche, puoi evitare gli sprechi, favorire l’efficienza energetica e contenere le spese in bolletta. Impianto di riscaldamento a soffitto L’impianto di riscaldamento a soffitto si basa su un sistema radiante, ovvero l’impianto ricopre una percentuale elevata di spazio della tua casa e diffonde il calore in modo omogeneo. Grazie a questo sistema, le superfici assorbono fino al 90% della radiazione termica e ne irradiano quasi il 100%.La rete di tubi che compone il circuito idraulico viene posizionata sul soffitto e ricoperta da un controsoffitto preferibilmente in cartongesso per favorire la conduzione del calore. Impianto di riscaldamento a parete o battiscopa

Tra le soluzioni più funzionali troviamo anche l’impianto di riscaldamento a parete o nel battiscopa. Nel primo caso le pareti irradiano calore o fresco all’ambiente rapidamente. I tubi passano dietro alle pareti, con un notevole risultato estetico per la tua casa, oltre al comfort. Allo stesso modo funziona il riscaldamento a battiscopa. Tubature in cui scorre acqua calda o resistenze elettriche vengono posizionate nella parte del muro a contatto.

Link Utili:

Una definizione dell’argomento Sostituzione Caldaie Milano data dalla famosa enciclopedia on line. (Wikipedia)