La scelta tra i modelli di caldaia è sicuramente un momento importante per completare la casa dei nostri sogni. Si tratta infatti di uno degli impianti più importanti in quanto, oltre a scaldare gli ambienti , si occupa anche della produzione di acqua calda sanitaria,

 fondamentale per una doccia o per cucinare.Se non sai da dove iniziare per la scelta dell’impianto che fa al caso tuo, allora sei arrivato nel posto giusto perché oggi ti proponiamo una guida dettagliata sui diversi tipi di caldaie, vedremo insieme quali sono le caratteristiche da considerare nella scelta dell’impianto, i prezzi, i consumi e così via.Nel mercato del riscaldamento sono stati sviluppati tanti diversi tipi di caldaie che vengono classificate soprattutto in base al combustibile che si usa per alimentarle, in base alla tecnologia di scambio, in base al tipo di tiraggio e alla loro potenza termica.Tra i combustibili più diffusi, con i quali si classificano appunto questi impianti, troviamo soprattutto i seg   metano;il pellet;il gpl;Inoltre, le caldaie attualmente più diffuse sono quelle che si installano a muro (ossia le caldaie murali) e che sono dotate di scambiatori realizzati in acciaio che sono in grado di resistere alle temperature più alte provocate dalla combustione.

Al contrario, quelle a camera aperta a tiraggio naturale, prelevano l’aria dall’interno.Abbiamo poi un altro tipo di caldaia che permette di risparmiare energia. Si tratta della caldaia a condensazione a tenuta stagna che permette di prolungare la diffusione del riscaldamento sfruttando il fluido per produrre una quantità di calore ulteriore. Esiste anche una tipologia di caldaie che non mette in atto la combustione, ossia le caldaie elettriche. Tuttavia, in questo caso ti consigliamo di munirti di un impianto fotovoltaico in quanto, essendo alimentate dall’energia elettrica, solo in questo modo potrai risparmiare consistentemente sulla bolletta.  Andiamo adesso ad occuparci dell’aspetto economico delle caldaie, o meglio, dei prezzi, in linea general, e dei consumi che dobbiamo sostenere per il riscaldamento delle nostre abitazioni. In linea di massima possiamo dire che le caldaie alimentate a gas gpl, o quelle alimentate a gas metano o, ancora

Ovviamente, però, ci sono tanti fattori che possono influenzare il costo della nostra caldaia. Tra questi fattori citiamo soprattutto i seguenti: il modello e il marchio della caldaia che abbiamo sceltola potenza della caldaia che varia in base all’ambiente che deve essere in grado di scaldare ;i costi di installazione e della necessità di manodopera. Inoltre, bisogna considerare che i prezzi di alcuni impianti di riscaldamento possono essere recuperati con gli incentivi statali, previsti soprattutto con le caldaie a biomassa (ossia quelle alimentate con il pellet, con il cippato oppure con la legna). Anche per quanto riguarda i consumi ci sono tantissimi fattori determinanti.

Se invece abbiamo deciso di acquistare una caldaia alimentata a pellet la spesa sarà molto più bassa perché il costo di questo combustibile è nettamente inferiore a quello del metano. In questo caso si stima di spendere circa 450 euro l’anno per l’acquisto del pellet che costa sui 5 euro al sacco.Quali sono le caratteristiche da considerare nel momento della scelta della caldaia?Ci sono delle caratteristiche ben precise di cui dobbiamo tener conto per acquistare la caldaia più adatta al nostro caso. Queste caratteristiche riguardano anche l’ambiente che bisogna riscaldare, soprattutto per quanto riguarda le sue dimensioni e l’isolamento termico che abbiamo a disposizione.Se non vogliamo spendere soldi inutilmente, acquistando un impianto sbagliato per il nostro caso, è indispensabile tener conto dei seguenti punti.

Link Utili:

Una definizione dell’argomento Sostituzione Caldaie Milano data dalla famosa enciclopedia on line. (Wikipedia)